martedì, Febbraio 27, 2024
ApprofondimentiGreen Deal europeoIn EvidenzaIstituzioni europeeNotiziePriorità UE

Un accordo provvisorio su una rete transeuropea dei trasporti più sostenibile e resiliente avvicina l’Europa

La commissaria europea ai trasporti Adina Vălean ha dichiarato il 19 dicembre, all’indomani dell’accordo politico raggiunto tra il Parlamento europeo e il Consiglio sul regolamento alla base della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T) che: “Si tratta di un accordo storico per l’Ue. L’Europa ha bisogno di una rete di trasporti che affronti le preoccupazioni in materia di mobilità dei nostri cittadini e delle nostre imprese, sia sostenibile che resiliente, e che crei un ponte con i nostri vicini, in particolare l’Ucraina, la Moldova e i Balcani occidentali. Siamo ora attrezzati per completare tale rete”.

Il regolamento TEN-T riveduto fa parte del Green Deal europeo, la strategia di crescita a lungo termine dell’UE per rendere l’Ue climaticamente neutra entro il 2050. In quest’ottica i colegislatori hanno convenuto di intensificare notevolmente gli sforzi per costruire una TEN-T sostenibile e resiliente, che comprende forti incentivi per aumentare l’uso di forme di trasporto più sostenibili e migliorare la multimodalità — la pratica di combinare modi di trasporto per un unico viaggio — all’interno del sistema europeo dei trasporti.

La TEN-T riveduta fisserà obiettivi obbligatori:

  • Le linee ferroviarie per il trasporto di passeggeri sulla rete centrale TEN-T e sulla rete centrale estesa consentono ai treni di viaggiare a 160 km/h o più rapidamente entro il 2040
  • Il sistema europeo di gestione del traffico ferroviario (ERTMS) deve essere introdotto sull’intera rete TEN-T come sistema unico europeo di segnalamento in Europa per rendere il trasporto ferroviario più sicuro ed efficiente. Di conseguenza, i sistemi nazionali di “classe B” preesistenti devono essere progressivamente disattivati; ciò incentiverà l’industria europea a investire nell’ERTMS
  • Entro il 2040 sono sviluppate aree di parcheggio sicure sulla rete centrale e sulla rete stradale centrale estesa della TEN-T, in media ogni 150 km. Ciò è fondamentale per garantire la sicurezza e condizioni di lavoro adeguate per i conducenti professionisti
  • Gli aeroporti principali, con oltre 12 milioni di passeggeri all’anno, dovranno essere collegati con il trasporto ferroviario a lunga percorrenza, un passo importante verso il miglioramento della connettività e dell’accessibilità per i passeggeri e il rafforzamento della competitività del trasporto ferroviario rispetto ai voli nazionali
  • Il numero di terminali di trasbordo deve svilupparsi in linea con i flussi di traffico attuali e previsti e con le esigenze del settore. Anche la capacità di movimentazione presso i terminali merci deve migliorare. Ciò, oltre a consentire la circolazione di treni di 740 m in tutta la rete, contribuirà a trasferire un maggior numero di merci verso modi di trasporto più sostenibili e darà impulso al settore europeo del trasporto combinato (l’uso di combinazioni come la ferrovia e la strada per spostare il trasporto merci)
  • Tutte le 430 grandi città lungo la rete TEN-T dovranno sviluppare piani di mobilità urbana sostenibile per promuovere una mobilità a zero e a basse emissioni
  • Lo spazio marittimo europeo mira a integrare lo spazio marittimo con altri modi di trasporto in modo efficiente, vivace e sostenibile. A tal fine saranno potenziate le rotte del trasporto marittimo a corto raggio e ne saranno create di nuove, mentre i porti marittimi saranno ulteriormente sviluppati e i loro collegamenti con l’entroterra.

Inoltre, i collegamenti di trasporto con i paesi terzi vicini saranno migliorati integrando l’Ucraina, la Moldova e i sei partner dei Balcani occidentali nei corridoi di trasporto europei di recente istituzione.

L’accordo politico raggiunto deve ora essere adottato formalmente. Una volta completato questo processo dal Parlamento europeo e dal Consiglio, le nuove norme saranno pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea ed entreranno in vigore 20 giorni dopo.

Il lancio della nuova TEN-T e dei suoi nove nuovi corridoi di trasporto europei sarà un tema chiave in occasione delle Giornate per collegare l’Europa che si terranno a Bruxelles dal 2 al 5 aprile 2024, l’evento faro per la mobilità in Europa.

Fonte: https://italy.representation.ec.europa.eu/notizie-ed-eventi/notizie/un-accordo-provvisorio-su-una-rete-transeuropea-dei-trasporti-piu-sostenibile-e-resiliente-avvicina-2023-12-19_it

https://i0.wp.com/www.futuro-europa.it/wp-content/uploads/2013/12/Trans-European-Network-Transport-TEN-T.jpg?w=367&ssl=1