lunedì, Maggio 20, 2024
In EvidenzaNotizie

Nuova generazione Europe Direct 2021-2025

Dal 1° maggio inizia la nuova generazione dei centri di informazione europea Europe Direct 2021-2025.
Da questa data, in Italia sono presenti 45 punti di informazione, mentre in tutta l’Unione 424.

Che cosa sono i centri Europe Direct?
Sono nati con l’obiettivo di aiutare le istituzioni europee (in particolare Commissione e Parlamento) ad avvicinare i cittadini a livello locale all’ampio panorama europeo fungendo da intermediario tra queste due realtà.
I centri Europe Direct promuovono la partecipazione dei cittadini rafforzando il senso di coinvolgimento e responsabilità nella costruzione del presente e del futuro del progetto europeo. Migliorano la comprensione del funzionamento dell’UE e della sua struttura

Che cosa possono fare i centri Europe Direct?
– Fornire risposte immediate a domande di carattere generale riguardo all’UE
– Aiutare a navigare nelle pagine web delle istituzioni dell’UE
– Trovare informazioni di carattere più specifico. Se serve, possiamo rivolgerci a un esperto della Commissione europea
– Fornire i recapiti di chi può dare ulteriori informazioni e consigli
– Fornire informazioni oggettivamente corrette e aggiornate, in base alle norme della funzione pubblica. Le nostre risposte, però, non sono mai giuridicamente vincolanti.

Che cosa non possono fare i centri Europe Direct?
– Registrare denunce o inoltrare segnalazioni di problemi (ma possiamo dirti chi contattare)
– Commentare le politiche dell’UE
– Fornire consulenze giuridiche o interpretare la legislazione UE
– Occuparsi di questioni che non rientrano nelle competenze dell’UE
– Aiutarti a diffondere le opinioni politiche su questioni dell’UE. Si può però dire la propria riguardo a particolari proposte dell’UE collegandoti a questo sito, o seguirci e commentare sui social media. Puoi anche influenzare la politica dell’UE attraverso i dibattiti politici pubblici con i tuoi rappresentanti eletti a livello nazionale ed europeo.

Che cosa sono chiamati a fare i centri Europe Direct con il nuovo mandato 2021-2025?
La missione degli EDIC (Europe Direct Information Center) per questo quadriennio ha degli obiettivi specifici richiesti dalla Commissione europea, in particolare:
1) Informare e coinvolgere i cittadini alle iniziative europee di loro specifico interesse.
L’UE è un organo molto ampio e grazie a questa sua organizzazione riesce a toccare molti specifici settori con progetti e programmi europei, i quali troppo spesso non sono conosciuti dai cittadini. Gli EDIC vogliono ridurre queste distanze comunicative grazie all’ampliamento delle possibilità di connessione che il mondo ci sta fornendo oggi e gli struementi che stanno aumentando. Un esempio è la piattaforma partecipativa della Conferenza sul futuro dell’Europa.
Per portare avanti questo obiettivo c’è quindi bisogno del punto successivo.
2) Rafforzare le relazioni con i media locali e regionali.
Per avviciniare le iniziative europee gli EDIC desiderano cercare una collaborazione con i moltiplicatori che vogliono diffondere queste informazioni per facilitare l’accesso dei cittadini, delle istituzioni locali, delle imprese, degli studenti e dei lavoratori ai servizi offerti dall’UE, ma anche per coinvolgere gli stessi alle proposte di stampo europeo. È importante sottolineare che gli stessi EDIC fungono da fornitori di informazioni utili per tutti i cittadini europei.
3) Conoscere i temi europei sensibili a livello locale.
Per riuscire a fornire un’informazione che sia d’interesse alla realtà locale nella quale gli EDIC sono presenti, i centri europei devono conoscere il bacino d’utenza nella quale sono inseriti. L’UE ha come suo motto “Uniti nella diversità”, infatti ogni passo nella costruzione del progetto europeo è stato affrontato con la consapevolezza che all’interno del vecchio continente sono presenti moltissime specificità che le istitizioni europee desiderano fortemente che vengano valorizzate e non disperse.
Sul nostro sito si possono trovare informazioni sulle reti regionali e locali.
4) L’UE nelle scuole.
Per in-formare i cittadini tutti gli edic possono partire dal bacino più giovanile, comprendendo le scuole con i ragazzi, i docenti e il personale tutto.
Sul nostro sito si possono trovare moltissime iniziative che sono state portate avanti negli anni con questo obiettivo QUI.
5) Promozione di una rete regionale di reti.
I centri Europe Direct non sono gli unici ad agire per rafforzare la connessione tra cittadini e istituzioni. In tutto il territorio europeo sono presenti una vastità di realtà nazionali, regionali e locali create ad hoc per moltissime necessità (imprese e lavoro, studio e formazione). Gli Europe Direct sono chiamati a promuovere questi contatti.
Nel 2020 è stato portato avanti il progetto Staffetta delle reti europee, proprio con questo obiettivo.

Gli Europe Direct e i Centri di Documentazione europea in Italia.
Per scoprire di più: https://europa.eu/european-union/contact/meet-us/italy_it