sabato, Aprile 13, 2024
ApprofondimentiEsperienzeIn EvidenzaIstituzioni europeeNotizieScuola News

Concorso “Giovani protagonisti del patrimonio culturale europeo”

Il 23 settembre 2023 ha preso il via in Italia un concorso unico nel suo genere: la Young European Heritage Makers Competition. Questa competizione, promossa dal Consiglio d’Europa e coordinata in Italia dal Ministero della Cultura, ha l’ambizioso obiettivo di coinvolgere bambini e ragazzi dei Paesi aderenti alle Giornate Europee del patrimonio (GEP) nelle scuole italiane nella scoperta e nella valorizzazione del ricco patrimonio culturale del nostro Paese.

La Young European Heritage Makers Competition mira a raggiungere diversi obiettivi educativi e culturali di grande rilevanza:

  1. Avvicinare i Giovani al Patrimonio Culturale: Uno degli obiettivi principali è avvicinare le giovani generazioni al patrimonio culturale europeo. Si tratta di un’opportunità per i bambini e i ragazzi di esplorare attivamente il patrimonio culturale del proprio territorio e di scoprire quanto esso sia importante per la comunità.
  2. Espressione Creativa: I partecipanti sono incoraggiati a utilizzare mezzi di espressione e comunicazione visiva, come video, fotografie, disegni e immagini, per raccontare storie che interpretino il patrimonio culturale che li circonda. Questo permette loro di esprimere la propria creatività in modi diversi.
  3. Ricerca e Consapevolezza: La competizione invita i giovani a esplorare il patrimonio culturale materiale, immateriale, naturale e digitale che li circonda, promuovendo la consapevolezza della ricchezza storica e culturale del nostro Paese.

La competizione è aperta a bambini e ragazzi in età scolare, divisi in due fasce d’età: dai 6 agli 11 anni (nati tra il 2012 e 2017) e dagli 11 ai 17 anni (nati tra il 2006 e il 2011). Si possono formare gruppi di partecipanti, con un minimo di due membri per i bambini delle scuole primarie e da due a cinque membri per i giovani delle scuole secondarie. Ogni gruppo deve essere seguito da un mentore maggiorenne, il cui ruolo è quello di coordinare l’attività senza interferire con il processo creativo dei giovani.

I partecipanti possono presentare il loro progetto attraverso un’immagine (foto, dipinto, ritratto, breve video di massimo 5 minuti) e un breve testo di massimo 800 parole, in italiano o in inglese. I progetti devono raccontare una testimonianza materiale, immateriale o digitale del patrimonio culturale del proprio territorio e spiegarne il significato per la comunità. I mentori caricheranno i lavori direttamente in digitale attraverso il modulo disponibile sulla piattaforma europea dedicata all’iniziativa entro il 18 febbraio 2024, a questo link cliccando su “Send your work”.

Una commissione del Ministero della Cultura valuterà i progetti e selezionerà un finalista italiano per ciascuna fascia d’età entro marzo 2024. I due progetti vincitori italiani avranno l’opportunità di partecipare alla selezione europea, con i vincitori della fascia 11-17 anni che potrebbero visitare la sede del Consiglio d’Europa a Strasburgo nel maggio 2024.

Giornate Europee del Patrimonio

Sito del Ministero della Cultura