Elezioni europee – 23-26 maggio 2019

Le prossime elezioni europee, che si terranno tra il 23 e il 26 maggio 2019, daranno a tutti i cittadini maggiorenni dell’UE la possibilità di scegliere chi li rappresenterà al Parlamento europeo. In Italia si voterà domenica 26 maggio dalle ore 7 alle ore 23.

Cos’è il Parlamento europeo
Il Parlamento europeo (PE) è un’importante sede del dibattito politico e del processo decisionale a livello di UE. Le sue principali funzioni sono quelle di discutere ed approvare le normative europee congiuntamente al Consiglio dei ministri, controllare le altre istituzioni dell’UE, in particolare la Commissione, per accertarsi che agiscano democraticamente, discutere e adottare il bilancio dell’UE congiuntamente al Consiglio.
Il PE dispone di tre sedi: Bruxelles (Belgio), Lussemburgo e Strasburgo(Francia).
I deputati del PE vengono eletti ogni 5 anni a suffragio universale dagli elettori di tutti gli Stati membri, il numero di eurodeputati è calcolato in proporzione alla popolazione di ciascuno.
Attualmente sono presenti 751 eurodeputati ma, a giugno 2018 il Parlamento europeo ha approvato la riduzione di seggi dopo Brexit. Il numero di parlamentari nella prossima legislatura scenderà quindi a 705, di cui 76 italiani.

Elezioni del Parlamento europeo
Le ultime elezioni europee, nel 2014, sono state le più grandi elezioni transnazionali che si siano mai svolte in contemporanea. Stavolta la posta in gioco è ancora più alta. Le elezioni europee del maggio 2019 avranno un effetto diretto sulla vita di tutti i cittadini. Esse infatti decideranno in che modo l’Europa agirà nei prossimi anni per affrontare le preoccupazioni riguardo all’occupazione, alle imprese, alla sicurezza, alla migrazione e ai cambiamenti climatici.

Come si vota
A maggio 2019 saranno chiamati alle consultazioni tutti i cittadini aventi diritto al voto di tutti gli Stati membri dell’UE (più di 360 milioni di persone).
Per votare basta recarsi al seggio dove i cittadini riceveranno una scheda sulla quale potranno esprimere il proprio voto.In Italia le urne saranno aperte domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle ore 23.
Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa che verrà consegnata al seggio, un segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta. E’ possibile (non obbligatorio) esprimere da uno a tre voti di preferenza per candidati compresi nella lista votata.

Voto all’estero
Anche se esistono alcune norme comuni riguardo alle elezioni, alcuni aspetti possono variare da paese a paese, come la possibilità di votare per posta o di votare dall’estero.
I cittadini europei che vivono in un altro paese dell’UE, possono votare nel paese che li ospita inoltrando apposita domanda al Sindaco del Comune di residenza. La domanda – il cui modello è disponibile sul sito del Ministero dell’Interno al seguente link: https://dait.interno.gov.it/elezioni/optanti-2019  – deve essere presentata con allegata fotocopia di un documento di identità personale entro il 25 febbraio 2019 all’Ufficio Elettorale competente. Tutti i cittadini in possesso della cittadinanza di uno degli Stati appartenenti all’Unione Europea, residenti nel Comune riceveranno al loro domicilio una lettera informativa con allegato il modello della domanda. Tali cittadini hanno inoltre l’opzione di votare nel proprio paese di origine, a condizione che permetta il voto dall’estero. Per sapere se esiste questa possibilità, si consiglia di consultare la propria ambasciata. Ovviamente si può votare una volta sola.
Sul sito “LA TUA EUROPA” si possono trovare tutte le informazioni ed i contatti utili.
Consigliamo inoltre di consultare il sito del Comune di residenza così da avere informazioni più dettagliate e specifiche. Qui il link al sito del Comune di Trieste

Perché votare
Come europei viviamo in un mondo sempre più globalizzato e competitivo e ci troviamo di fronte a molte sfide, dall’ immigrazione ai cambiamenti climatici, dalla disoccupazione giovanile alla protezione dei dati. Allo stesso tempo il referendum sulla Brexit ha dimostrato che l’UE non è un progetto irrevocabile. Mentre molti di noi danno per scontata la democrazia, questa sembra essere sottoposta a crescenti minacce nei suoi principi fondamentali.Attraverso il voto i cittadini europei hanno la possibilità di partecipare attivamente e consapevolmente al processo democratico decidendo così in quale Europa vogliono vivere.

Campagna #StavoltaVoto
Lanciata ad ottobre 2018 dal Parlamento europeo, la Campagna #StavoltaVoto mira a incentivare i cittadini al voto. Tutti i cittadini possono partecipare attivamente alla campagna, registrandosi sul sito riceveranno informazioni utili su come partecipare online e off line.  Attraverso il sito potranno condividere le novità con i propri amici e conoscenti diventando così veri moltiplicatori.

Cosa fa per me l’Europa?EUandME
In vista delle elezioni europee il Parlamento europeo ha lanciato un nuovo sito web interattivo e multilingue, in cui i cittadini possono facilmente trovare informazioni specifiche su ciò che l’Europa fa per loro, la loro regione, la loro professione o il loro passatempo preferito. Sono disponibili circa 1800 “schede” da leggere, condividere o riutilizzare come pagine online o file PDF, organizzate in tre categorie principali: “Nella mia regione”, “Nella mia vita” e “In primo piano”.
Volete scoprire i progetti finanziati dall’UE nella vostra regione/paese? Su questo sito troverete molte informazioni interessanti.

Link utili
Elezioni europee 2019 – come votare in Italia o per gli italiani all’estero
http://www.europarl.europa.eu/italy/it/elezioni-europee-2019/elezioni-europee-2019-come-si-vota-in-italia

Lista dei partiti politici a livello europeo
http://www.europarl.europa.eu/at-your-service/it/be-heard/elections

Portale LA TUA EUROPA
https://europa.eu/youreurope

Stampa il PDF dell’articolo