sabato, Aprile 13, 2024
Green Deal europeoIn EvidenzainnovazioneNotiziePriorità UE

SOTEU 2022 – il discorso della Presidente della Commissione europea

Slava ukrayni”: gloria all’Ucraina! Sono le parole pronunciate dalla Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen davanti al Parlamento europeo all’inizio del suo discorso annuale, il Soteu 2022.

Alla first lady ucraina ,Olena Zelenska, invitata alla plenaria, sono andati gli applausi quando la Presidente ha elogiato il Presidente Zelenski per la guida alla resistenza e per il coraggio che insieme hanno dimostrato e trasmesso al popolo ucraino.

Il Soteu (State of the Union) si ripete ogni anno per dar conto alle istituzioni i risultati dell’anno precedente e le principali iniziative che la Commissione intende intraprendere nel prossimo anno.

La Presidente ha inoltre inviato a Roberta Metsola – Presidente del Parlamento europeo e a Petr Fiala -Primo ministro della Repubblica Ceca che attualmente detiene la presidenza del Consiglio, una lettera d’intenti in cui illustra in dettaglio le azioni che la Commissione intende intraprendere il prossimo anno con atti giuridici ed altre iniziative.

Questa volta si aggiunge un tocco di ulteriore esempio di democrazia poiché molte iniziative mirano a rispondere alle raccomandazioni formulate dai cittadini nell’ambito della Conferenza sul Futuro dell’Europa che si è conclusa in maggio 2022 dopo un anno di eventi e discussioni pubbliche.

Molte sono le tematiche toccate nel Soteu, che vi invitiamo a seguire, anche in video, nelle 24 lingue dell’UE, i cui link si trovano di seguito, perchè “fa fede solo il discorso pronunciato”, come ricorda la Commissione europea.

Ecco una sintesi delle principali iniziative che la Commissione intende intraprendere nel prossimo anno:

  • continuare a sostenere fermamente l’Ucraina e la sua popolazione, anche sfruttando appieno le possibilità offerte dal mercato unico dell’UE (…espandere l’importazione di energia elettrica dall’Ucraina, dazi già sospesi sulle esportazioni ucraine verso l’UE, inclusione dell’Ucraina nello spazio europeo del roaming,….);
  • riconfermate le sanzioni alla RussiaIl settore finanziario della Russia è alla bombola di ossigeno…..quasi mille società internazionali hanno abbandonato quel Paese….Le sanzioni rimarranno, questo è il momento in cui bisogna essere risoluti! Non bisogna cercare di rappacificare, deve essere chiaro.” Queste le parole della Presidente;
  • mettere in atto misure per aiutare i cittadini europei ad affrontare la crisi energetica (…diminuire i consumi nelle ore di punta, sostegno mirato per il genitore single, un tetto ai ricavi delle aziende che producono elettricità a basso costo per contrastare l’accumulo di proventi straordinari approfittando del momento difficile e a danno dei consumatori, 140 miliardi di euro per gli Stati membri per attutire direttamente il colpo, le principali compagnie petrolifere, del gas e del carbone devono dare un contributo di solidarietà ….) v. scheda intervento di emergenza dell’Ue per ridurre le bollette di energia elettrica;
  • ridurre la dipendenza dell’UE dai combustibili fossili russi e collaborare strettamente con fornitori affidabili come la Norvegia;
  • investire ulteriormente nelle energie rinnovabili e, in particolare, nell’idrogeno ( …10 milioni di tonnellate di idrogeno rinnovabile all’anno, creazione della Banca europea dell’idrogeno, 3 miliardi di euro per costruire il mercato dell’idorgeno e l’economia del futuro…);
  • sostenere il contesto imprenditoriale, in particolare le piccole e medie imprese, per rafforzare la futura competitività dell’Europa (…revisione della direttiva sui ritardi di pagamento per evitare che un fallimento sia causato dal mancato pagamento delle fatture in scadenza, corpus unico di norme fiscali per l’attività imprenditoriale in Europa : quadro BEFIT…);
  • nuove idee di governance economica, norme più semplici che siano tutti in grado di seguire e che consentano di creare spazio ad investimenti strategici e di dare ai mercati finanziari la fiducia di cui hanno bisogno. Più libertà di investimento e maggiore controllo;
  • formazione e competenze “…la carenza di risorse umane è un’altra sfida per le imprese europee, il numero di posti vacanti ha raggiunto livelli record, l’Europa ha bisogno di tutti, dal personale sanitario non qualificato ai laureati!….Lavorando a fianco con le imprese dobbiamo investire molto di più nella formazione e nello sviluppo delle competenze necessarie per aiutare la crescita dell’Europa..”, accelerare il riconoscimento delle qualifiche in Europa, proposta del 2023 Anno europeo delle competenze…);
  • guidare a livello mondiale l’adattamento ai cambiamenti climatici e proteggere la natura (…ampliare la solidarietà europea delle azioni antincendio con l’acquisto dieci aeromobili anfibi leggeri e tre elicotteri …);
  • creare un nuovo Fondo per la sovranità europea in modo che il futuro dell’industria sia europea (“…a breve il litio e le terre rare saranno più importanti, nella nostra economia, del petrolio e del gas. La sola domanda di terre rare sarà quintuplicata entro il 2030, attualmente solo un Paese detiene la quasi totalità del mercato, il 60% del litio viene trasformato dalla Cina. Rinnovare accordi con Cile, Messico, Nuova Zelanda e negoziare con l’Australia e l’India…”);
  • continuare a difendere la democrazia, in Europa e nel mondo, e lo Stato di diritto. Dopo aver reso omaggio alla Regina Elisabetta II, la Presidente ha affermato : “…è il momento di investire nella forza delle democrazie…mi rivolgo quindi ai popoli dei Balcani occidentali, dell’Ucraina, della Moldova e della Georgia: fate parte della nostra famiglia, il vostro futuro è nella nostra Unione e la nostra Unione non sarà completa senza di voi! Abbiamo anche visto che è necessario interagire con i paesi dell’Europa, al di là del processo di adesione. Per questo sostengo la richiesta di una Comunità politica europea e presenteremo le nostre idee al Consiglio europeo…” La Presidente ha annunciato il Pacchetto di difesa della Democrazia con queste parole “non dobbiamo perdere di vista il modo in cui gli autocrati stranieri prendono di mira i nostri Paesi… dobbiamo proteggerci meglio dalle interferenze maligne… questo è il motivo per cui presenteremo un pacchetto di difesa della democrazia per individuare influenze straniere occulte e portare alla luce i finanziamenti sospetti” Due giorni dopo la pronuncia del discorso sullo stato dell’Unione, la Commissione ha adottato una legge europea per la libertà dei media: una serie di norme per proteggere il pluralismo e l’indipendenza dei media nell’UE. (v. European Media Freedom Act). Lotta alla corruzione. (“…se vogliamo essere credibili quando chiediamo ai Paesi candidati di rafforzare le loro democrazie, dobbiamo eliminare la corruzione anche all’interno dell’Unione…”) nuove misure per aggiornare il quadro legislativo di lotta alla corruzione, proposta di includere la corruzione nel regime di sanzioni in materia di diritti umani, nuovo strumento per proteggere i valori dell’UE all’estero.
  • Ursula von der Leyen ha poi reso onore al grande europeo David Sassoli riportando il suo pensiero “La democrazia non è passata di moda, ma deve aggiornarsi per continuare ad essere uno strumento per migliorare la vita delle persone.” La Conferenza sul Futuro dell’Europa è stato un vero esempio di una nuova partecipazione civica dei cittadini, molte proposte sono scaturite da essa e ora fanno parte della Lettera di Intenti, una tra queste riguarda la salute mentale.
  • Approccio globale alla salute mentale : è questo uno degli obiettivi contenuti nella Lettera di Intenti e annunciato nel SOTEU dalla Presidente “Dovremmo prenderci cura gli uni degli altri, e per molte persone che si sentono ansiose e smarrite un sostegno adeguato, accessibile ed a prezzi abbordabili può davvero fare la differenza”;
  • un’Europa che gestisca la migrazione con dignità e rispetto, un’Europa in cui tutti gli Stati membri si assumano la responsabilità dei problemi comuni.
  • Convenzione europea: lodando i giovani di oggi, la Presidente ha affermato che è importante porre le loro aspirazioni al centro di tutto ciò che fa l’UE (“…. ogni azione dell’Unione dovrebbe ispirarsi a un principio semplice: non compromettere il futuro dei nostri ragazzi e lasciare un mondo migliore alle prossime generazioni…ritengo sia arrivato il momento di iscrivere la solidarietà tra generazioni tra i principi dei nostri Trattati…come questo Parlamento ha chiesto, ritengo che sia giunto il momento di una Convenzione europea…”) .

La Presidente ha concluso con un elogio speciale ai volontari che accolgono i rifugiati ogni giorno mostrando a tutti quello che gli europei possono realizzare quando uniscono le forze in nome di una missione comune.

Questo è lo spirito dell’Europa.

Un’Unione che è forte solo se unita.

Un’Unione che supera le avversità insieme.

Per approfondire:

leggi il discorso integrale https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/speech_22_5493

video discorso in italiano https://state-of-the-union.ec.europa.eu/index_it

Lettera di Intenti 2022 https://state-of-the-union.ec.europa.eu/system/files/2022-09/SOTEU_2022_Letter_of_Intent_IT_0.pdf

intervento di emergenza Ue per ridurre le bollette https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/fs_22_5491

Relazione sui risultati conseguiti dal Soteu 2021/22

Relazione finale della Conferenza sul Futuro dell’Europa

Fonte e immagine: Commissione europea