sabato, Giugno 22, 2024
ApprofondimentiBelgioIstituzioni europeeNotizie

Il Belgio alla presidenza del Consiglio

La Spagna ha consegnato al Belgio la presidenza del Consiglio per il periodo dal 1º gennaio al 30 giugno 2024. Come di regola, allo scadere dei sei mesi, sarà l’Ungheria a raccogliere il testimone.

La presidenza è detenuta da un intero Paese, non da un individuo ed il Belgio non è neofita infatti è la 13esima volta che svolge questo importantissimo ruolo vitale per la stabilità e il funzionamento dell’Europa in questo momento storico in cui l’Unione europea si trova a un bivio, affrontando le conseguenze dell’aggressione illegale russa in Ucraina, la pandemia, la crisi energetica, la disinformazione, gli eventi climatici estremi e un pesante conflitto in Medio Oriente.

Con il motto “Proteggere. Rafforzare. Preparare.” la presidenza belga lavorerà per proteggere meglio i cittadini europei, rafforzare la nostra cooperazione e preparare il nostro futuro condiviso. Si concentrerà su sei aree tematiche e presterà particolare attenzione al mantenimento del nostro fermo sostegno all’Ucraina. Con la conclusione dell’attuale ciclo istituzionale, la presidenza sosterrà una transizione senza soluzione di continuità a quello successivo. Sosterrà l’adozione dell’agenda strategica 2024-2029 e preparerà le discussioni sul futuro dell’Unione europea.

Qui il programma completo della presidenza belga

Il sistema di rotazione delle presidenze risale agli albori dell’integrazione europea e ciò pone ciascuno dei 27 Stati membri al centro dell’attenzione politica del continente per un mandato di sei mesi, durante il quale si punta a garantire il buon funzionamento di gran parte dell’UE.

La presidenza – rappresentata da un membro del governo del Paese che la detiene – presiede le riunioni del Consiglio.

I ministri di 27 paesi si incontrano al Consiglio per discutere e concordare le leggi che si applicheranno in tutta l’UE. I ministri partecipano alle discussioni del Consiglio sul diritto dell’UE nell’ambito delle rispettive responsabilità. Ad esempio, se si discute di una legge ambientale, i ministri dell’ambiente di tutti gli stati si riuniranno. Quindi, in sostanza, la presidenza di turno presiede ai lavori del Consiglio.

La presidenza si assicura che all’interno del Consiglio accadano quattro cose:

  • mantenimento della continuità dell’agenda dell’UE
  • una sana produzione legislativa
  • cooperazione tra gli Stati membri
  • cooperazione/coordinamento tra le altre istituzioni dell’UE

Il ruolo è stato paragonato a quello di qualcuno che organizza una cena, assicurandosi che tutti gli ospiti si riuniscano in armonia, in grado di esprimere le differenze durante il pasto ma lasciandosi in buoni rapporti e con uno scopo comune.

Per garantire l’efficacia, la presidenza agisce come un “mediatore onesto”, elevandosi al di sopra degli interessi nazionali del titolare. La presidenza svolge un ruolo essenziale, insieme alle altre istituzioni, poiché solo lavorando insieme l’UE può raggiungere risultati.

Per approfondire:

Fonte e immagine : Consilium, Presidenza belga