lunedì, Maggio 20, 2024
Notizie

Nuove regole per i partiti politici europei

  • Necessità di monitorare meglio le donazioni
  • Garantire il rispetto dei valori dell’UE
  • Consentire alle fondazioni e ai partiti politici europei di realizzare il loro potenziale democratico

I deputati suggeriscono di migliorare il monitoraggio delle donazioni, trattenere i fondi quando i partiti membri non rispettano i valori dell’UE e ridurre gli ostacoli amministrativi non necessari.

Giovedì 11 novembre il Parlamento ha proposto diversi modi per rafforzare la democrazia europea in una relazione che valuta le norme esistenti sullo statuto e il finanziamento dei partiti politici e delle fondazioni europee . La relazione è stata approvata con 428 voti favorevoli, 092 contrari e 49 astensioni.

Rispetto dei valori europei

I deputati sottolineano che il finanziamento dei partiti politici e delle fondazioni europee è subordinato al rispetto dei valori dell’UE. Accolgono con favore il rafforzamento delle disposizioni di monitoraggio e la procedura per le infrazioni, comprese le sanzioni e il recupero dei fondi. Tuttavia, le regole dovrebbero essere adattate per garantire anche il rispetto dei valori dell’UE da parte dei partiti costituenti di ciascun partito politico europeo. Per raggiungere questo obiettivo, i deputati affermano che l’ Autorità per i partiti politici europei e le fondazioni politiche europee deve essere rafforzata.

Trasparenza sulla donazione

Il controllo dell’Autorità dovrebbe essere più forte sulle donazioni aggregate segnalate superiori a € 3.000 e soprattutto laddove si osservano aumenti improvvisi del numero aggregato di piccole donazioni. Il Parlamento ribadisce l’invito a vietare tutte le donazioni provenienti da soggetti extracomunitari e suggerisce che l’Autorità pubblichi le donazioni effettuate dallo stesso donatore a un partito politico europeo e ai suoi partiti nazionali aderenti. I deputati chiedono inoltre l’istituzione di strumenti entro il 2027 per garantire che le donazioni che superano i limiti di trasparenza non vengano effettuate a diverse entità giuridiche nel tentativo di eludere le regole.

Sviluppare una sfera pubblica veramente europea

Il Parlamento invita la Commissione a valutare i regimi di finanziamento basati sul voto e propone:

  • ulteriore armonizzazione tra le norme europee e nazionali;
  • revocare il divieto di finanziamento di campagne referendarie su questioni relative ai Trattati UE;
  • facilitare la registrazione dei partiti politici transnazionali esistenti come partiti politici europei;
  • affrontare la progettazione difettosa delle regole che limitano l’adesione individuale ai partiti europei; e
  • consentire a membri di paesi europei non appartenenti all’UE (compresi gli ex membri dell’UE) di essere affiliati ad un partito o ad una fondazione.

Per approfondire

Fonte e immagine: Parlamento europeo