sabato, Giugno 22, 2024
Approfondimenti

Dal 1° luglio 2023 la Spagna è alla guida del Consiglio dell’Unione europea

La presidenza del Consiglio dell’Ue, organo decisionale ed essenziale, è esercitata a turno dagli Stati membri dell’Ue ogni sei mesi collaborando strettamente a gruppi di tre, chiamati “trio”. Questo sistema è stato introdotto dal trattato di Lisbona nel 2009.

La presidenza ha il compito di agire quale mediatore leale e neutrale nel portare avanti i lavori del Consiglio sulla normativa dell’Unione europea, garantendo la continuità dell’agenda dell’Ue, il corretto svolgimento dei processi legislativi e la cooperazione tra gli Stati membri.

Il trio fissa obiettivi a lungo termine in un programma comune che stabilisce i temi e le questioni principali che saranno trattati dal Consiglio nei successivi 18 mesi. Sulla base di tale programma, ciascuno dei tre paesi prepara un proprio programma semestrale più dettagliato.

Il trio di presidenza Spagna – Belgio – Ungheria nel programma elaborato per i 18 mesi di loro Presidenza si impegnerà a collaborare per trovare soluzioni comuni alle sfide e ai compiti futuri, in particolare la guerra di aggressione russa contro l’Ucraina, unita alla crescente incertezza a livello mondiale, impone all’Unione europea di rafforzare la sua resilienza e autonomia strategica. In quest’ottica il trio di Presidenza ha posto alcune priorità, ovvero:

  • il rafforzamento della competitività globale dell’Ue attraverso il potenziamento della base industriale in linea con la duplice transizione verde e digitale
  • la garanzia che la duplice transizione sia equa, giusta e inclusiva rafforzando la dimensione sociale dell’Ue, anche affrontando la sfida demografica che l’Ue ha davanti a sé
  • il rafforzamento dei partenariati internazionali, della cooperazione multilaterale e della sicurezza in tutte le sue dimensioni, nonché lo sviluppo di una politica commerciale ambiziosa ed equilibrata, difendendo allo stesso tempo gli interessi dell’Ue in modo più assertivo, sulla base dei suoi valori, e rafforzando la capacità dell’UE di agire nel settore della sicurezza e della difesa.

Il programma, elaborato dal trio attualmente in carica assieme al presidente del Consiglio “Affari esteri”, è consultabile al link: https://data.consilium.europa.eu/doc/document/ST-10597-2023-INIT/it/pdf

La Spagna, il primo Paese del trio ad assumere la presidenza dal 1° luglio al 31 dicembre 2023, ha posto quattro priorità alla sua azione:

  • Reindustrializzare l’Ue e garantire la sua autonomia strategica aperta promuovendo i fascicoli che favoriscono lo sviluppo di industrie e tecnologie strategiche in Europa, l’espansione e la diversificazione delle sue relazioni commerciali e il rafforzamento delle sue catene di approvvigionamento. Proponendo una strategia globale lungimirante per garantire la sicurezza economica e la leadership globale dell’Ue entro il 2030
  • Progredire nella transizione verde e nell’adattamento ambientale promuovendo: una riforma del mercato dell’energia elettrica volta ad accelerare la diffusione delle energie rinnovabili, la riduzione dei prezzi dell’elettricità e il miglioramento della stabilità del sistema, e misure per la riduzione dei rifiuti e delle microplastiche, la progettazione di prodotti sostenibili e la generazione di combustibili verdi
  • Promuovere una maggiore giustizia sociale ed economica sostenendo la definizione di norme minime e comuni in materia di tassazione delle società in tutti gli Stati membri e combattendo l’evasione fiscale da parte delle grandi multinazionali, che costa all’UE 1,5 punti di PIL all’anno, vale a dire lo stesso che spende per l’edilizia abitativa e la protezione dell’ambiente
  • Rafforzare l’unità europea sostenendo un maggiore approfondimento del mercato interno, il completamento dell’unione bancaria e dell’unione dei mercati dei capitali, il consolidamento e il miglioramento di strumenti comuni quali i fondi NextGenerationEU, una gestione più efficiente e coordinata dei processi di migrazione e asilo e un sostegno coordinato all’Ucraina e agli altri Stati vicini.

Fonte: https://spanish-presidency.consilium.europa.eu/en/programme/priorities/?etrans=it ; https://data.consilium.europa.eu/doc/document/ST-10597-2023-INIT/it/pdf ; https://www.consilium.europa.eu/it/council-eu/presidency-council-eu/