Le Capitali europee della cultura sono uno dei progetti capitaliEuropee_ridUE più riconosciuti in Europa. Il progetto, nato nel 1985 per iniziativa dell’allora Ministro della Cultura greco Melina Mercouri, in questi anni ha visto il passaggio del titolo a numerose città, le ultime, nel 2017, sono state le città di Aarhus (Danimarca) e Pafos (Cipro).
A partire dal 1° gennaio 2018, il titolo di Capitale europea della cultura è tenuto da Leeuwarden (Paesi Bassi) e Valletta (Malta).
Nel mese di gennaio nelle due città si terranno le celebrazioni di apertura.
Per la Valletta le celebrazioni si svolgeranno dal 14 al 20 gennaio in tutta la città, ispirandosi alla tradizionale festa maltese. Il programma mira a incoraggiare gli artisti e il pubblico a ripensare la visione tradizionale della cultura. A causa della posizione specifica di Malta come isola-stato tra l’Europa e il Nord Africa, il programma aspira anche a riunire punti di vista diversi dalle varie sponde del Mediterraneo. Più di 140 progetti e 400 eventi saranno organizzati attorno a tre temi principali: “Storie di isole”, “Barocco del futuro” e “Voyages”.
A Leeuwarden, le celebrazioni prenderanno il via il 26 e 27 gennaio, con installazioni artistiche e spettacoli di artisti professionisti e dilettanti in tutta la città, e musei che apriranno le loro porte ai visitatori in tutta la regione della Frisia. Con il concetto di iepen mienskip (comunità aperta) al centro del suo programma, Leeuwarden mira a rafforzare e connettere comunità provenienti da tutta la Frisia e dall’Europa, con oltre 800 progetti che riguardano musica, teatro, arte paesaggistica, opera e sport luogo durante tutto l’anno.

L’iniziativa “Capitale europea della cultura” intende principalmente:
- mettere in luce la ricchezza e la diversità delle culture in Europa,
- celebrare le caratteristiche culturali condivise da tutti gli europei,
- accrescere il senso di appartenenza dei cittadini europei a uno spazio culturale comune
- promuovere il contributo della cultura allo sviluppo delle città.

Le città che vengono nominate Capitali europee della cultura, hanno l’eccellente opportunità di:
- riqualificare la propria città,
- potenziare il profilo internazionale,
- valorizzare l’immagine delle città agli occhi dei suoi abitanti,
- ridare vitalità alla propria alla cultura
- rilanciare il turismo.

Sul sito ufficiale si possono scoprire i nomi delle città che sono state nominate per i prossimi anni
Foglio informativo (EN)

Fonte: ec.europa.eu/programmes/creative-europe/
Photo: © Leeuwarden-Fryslân 2018  © Chris Mangion