La Commissione europea, il 10 agosto, ha  lanciato un nuovo invito a presentare proposte per progetti nell’ambito del Corpo europeo di solidarietà. Si tratta del primo di una serie di inviti che consentiranno ad almeno 100 000 giovani di far parte del corpo da qui alla fine del 2020.

Un totale di 44 milioni di € del bilancio dell’Unione è stato destinato a progetti selezionati che saranno aperti a tutti i giovani d’Europa e oltre.

Quali azioni supporta il Corpo europeo di solidarietà?

  • Volontariato

Il volontariato individuale è un’attività di solidarietà non retribuita a tempo pieno per una durata da 2 a 12 mesi. In alcuni casi, è possibile attuare attività di volontariato da 2 settimane a 2 mesi per i giovani con minori opportunità. Questo tipo di attività di solidarietà darà ai giovani la possibilità di prendere parte al lavoro quotidiano delle organizzazioni e svolgere compiti che possono avere un impatto reale. Le attività possono svolgersi in un paese diverso dal paese di residenza del partecipante (transfrontaliero) o nel paese di residenza del partecipante (nel proprio paese).
I gruppi di volontariato sono attività di solidarietà che consentono ai gruppi di 10 o 40 membri europei di Solidarity Corps di almeno due paesi diversi di fare volontariato insieme. Tali attività di solidarietà potrebbero contribuire in particolare all’inclusione di giovani con minori opportunità nel corpo di solidarietà europeo.

I partecipanti sono coperti da un’assicurazione complementare e possono accedere a una gamma di servizi di supporto come il supporto linguistico online e la formazione. I loro costi di viaggio da casa alla sede del progetto e ritorno saranno coperti, così come la loro sistemazione e il cibo. I partecipanti riceveranno anche una piccola indennità per le loro spese personali.

  • Tirocini e posti di lavoro

I tirocini sono periodi di pratica lavorativa a tempo pieno da 2 a 6 mesi rinnovabili una volta per una durata massima di 12 mesi all’interno della stessa organizzazione partecipante. Questo tipo di attività di solidarietà dovrebbe includere una componente di apprendimento e formazione, per aiutare il partecipante a acquisire un’esperienza pertinente al fine di sviluppare competenze utili per lo sviluppo personale, educativo, sociale, civico e professionale. Dovrebbe essere basato su un accordo di tirocinio scritto concluso all’inizio del tirocinio in conformità con il quadro normativo applicabile del paese in cui si svolge il tirocinio. I tirocini non devono sostituire posti di lavoro e devono essere retribuiti dalle organizzazioni ospitanti.
I lavori sono attività di solidarietà per i giovani, per un periodo da 3 a 12 mesi, pagati dall’organizzazione partecipante che impiega il partecipante al Corpo europeo della solidarietà. Il sostegno finanziario alle organizzazioni partecipanti che offrono posti di lavoro non deve superare i dodici mesi nei casi in cui la durata del contratto di lavoro supera i dodici mesi. Tali lavori comprendono una componente di apprendimento e formazione e si basano su un contratto di lavoro scritto, che rispetta tutti i termini e le condizioni di lavoro definiti nella legislazione nazionale o nei contratti collettivi applicabili, o entrambi, del paese in cui viene svolto il lavoro. su.

Tirocini e posti di lavoro possono svolgersi in un paese diverso dal paese di residenza dei partecipanti (transfrontaliero) o nel paese di residenza dei partecipanti (nel proprio paese).

I partecipanti possono accedere a una gamma di servizi di supporto come supporto linguistico online e formazione. I loro costi di viaggio da casa alla sede del progetto e ritorno saranno coperti. I partecipanti riceveranno anche una piccola indennità per aiutarli a trasferirsi e stabilirsi in un paese straniero.

  • Progetti di solidarietà

I progetti di solidarietà sono istituiti e realizzati da gruppi di almeno cinque partecipanti al Corpo europeo di solidarietà, al fine di affrontare le principali sfide all’interno delle loro comunità, pur presentando un chiaro valore aggiunto europeo. I progetti possono durare da 2 a 12 mesi e devono svolgersi nel paese di residenza dei partecipanti al progetto. I giovani che vogliono formare un gruppo per gestire un progetto di solidarietà devono essere registrati nel Portale europeo della Solidarietà. Non c’è limite massimo al numero di partecipanti. Il gruppo deciderà autonomamente sui metodi di lavoro e su come sarà gestito il progetto

Prossime tappe

I progetti presentati nell’ambito dell’invito pubblicato saranno selezionati una volta che il Parlamento europeo e il Consiglio avranno formalmente adottato la proposta della Commissione, a seguito dell’accordo politico raggiunto nel giugno 2018.

Scadenza

Il termine per la presentazione delle proposte è il 16 ottobre 2018, tranne per i progetti di gruppi di volontariato, che avranno tempo fino al 18 febbraio 2019.

Contesto

Le condizioni dettagliate dell’invito a presentare proposte pubblicato oggi, comprese le priorità e le istruzioni per la presentazione delle domande per ciascun progetto, sono consultabili nella guida del corpo europeo di solidarietà.

L’11 giugno 2018 la Commissione ha presentato la proposta per il corpo europeo di solidarietà dopo il 2020, stanziando 1,26 miliardi di € volti a consentire a circa 350 000 giovani di partecipare a un’attività di solidarietà.

Per ulteriori informazioni

Rafforzare il corpo europeo di solidarietà: dichiarazione comune dei Commissari Navracsics, Oettinger e Thyssen (27 giugno 2018)

Scheda informativa: il corpo europeo di solidarietà in azione

Comunicato stampa: corpo europeo di solidarietà: la Commissione propone oltre 340 milioni di € per permettere 100 000 collocamenti entro il 2020

Invito a presentare proposte e guida del corpo europeo di solidarietà

Portale del corpo europeo di solidarietà

Lista delle Agenzie Nazionali