Partita il 1° novembre 2018 per Liverpool, Regno UnitoIMG
Nome: Cinzia
Periodo SVE: 1 novembre 2018 – 30 aprile 2019 (6 mesi)
Paese di accoglienza: Regno Unito
Ente di accoglienza: PIC no: 952678129
Organizzazione: Merseyside Expanding Horizons Limited (MEH)


Cinzia è partita ad inizio novembre 2018 per il suo volontariato a Liverpool presso l’associazione Merseyside Expanding Horizons Limited (MEH) presso la quale svolgerà il suo volontariato di 6 mesi. Cinzia collaborerà con lo staff del progetto e i volontari locali per sviluppare opportunità di lavoro e di apprendimento interculturale, porterà avanti attività di sensibilizzazione in materia di immigrazione, inclusione sociale e promozione della cittadinanza attiva, oltre che dare sostegno nei laboratori di apprendimento non formale sulla realizzazione di video, turismo responsabile, musica, cucina. Durante il suo volontariato Cinzia avrà anche l’opportunità di organizzare eventi interculturali (locali, nazionali ed europei) e dare supporto nella promozione dei progetti MEH relativi a tematiche inerenti la migrazione, l’inclusione sociale e l’ambiente, preparando materiale promozionale e informativo e supportando nella creazione di eventi e raccolta fondi. Avrà anche l’occasione di sviluppare attività antirazziste, di promozione della tolleranza e di comprensione interculturale e assistere altre organizzazioni della società civile della regione in alcune delle loro attività con rifugiati, immigrati e nella promozione ambientale (eventi, workshop, riunioni, ecc.).

————

Report I – dicembre 2018
È passato esattamente un mese dal mio arrivo a Liverpool. Tutto è come lo avevo lasciato 6 mesi fa quando mi sono trasferita qui per un tirocinio.
Questa mia esperienza come EVS è un po’ particolare perché ho deciso di ritornare nella stessa città e nella stessa organizzazione dove avevo svolto il mio tirocinio curricolare per l’università.
Diverse ragioni mi hanno spinto a ritornare a MEH perché come molti dicono, si torna sempre nei posti che ci hanno fatto stare bene. Durante il mio tirocinio ho aiutato e assistito l’organizzazione nello sviluppo dei progetti europei, ma sentivo di dover fare di più per la comunità della zona.
Infatti MEH si trova in una particolare area di Liverpool e molti dei progetti per cui l’organizzazione lavora sono rivolti al sostegno della comunità locali, all’integrazione di migranti con i locali, oppure per dare l’opportunità ai giovani del posto a fare un’esperienza in un altro paese europeo.

Per queste e molte altre ragioni dopo la mia laurea ho deciso di ritornare in un posto a me familiare e di continuare le attività che avevo iniziato precedentemente ma focalizzandomi più sulla comunità locale.
L’EVS è un nuovo progetto per MEH e per ora sono l’unica volontaria ma a gennaio altri ragazzi provenienti da altri paesi arriveranno ad aiutarci.

Il primo mese è stato piuttosto intenso e ricco di sorprese. Liverpool è una città magica, le cui persone sono “friendly” e molto aperte a culture diverse (che è una caratteristica di base degli UK).

In questo periodo ho avuto l’occasione di assistere MEH in progetti europei già avviati e di partecipare attivamente a “Traninigs” con ragazzi che dovevano partecipare alla formazione pre-partenza e ad un “Training with professionals”, a cui è stato esposto un nostro progetto e a cui sono stati spiegati i benefici dei progetti di mobilità per i ragazzi. Gli eventi sono stati una buona opportunità per me per entrare a contatto diretto con le persone del luogo, ma anche per i ragazzi perché hanno avuto l’opportunità di condividere con me le loro paure, i loro desideri e le loro aspettative per la partenza all’estero.

Con MEH ho anche potuto partecipare al kick off meeting di un nuovo progetto. Durante questo meeting di due giorni, le 6 organizzazioni provenienti da tutta Europa si sono ritrovate a Liverpool per parlare e discutere su questo progetto che mira ad aiutare persone con disabilità ad aprire un proprio business.
Ho avuto l’opportunità di assistere e di osservare la parte più “professionale” e amministrativa dei progetti e di conoscere persone provenienti da altri paesi europei.

Tuttavia, in questo mese ho avuto il piacere di fare molto altro. Ho visitato posti nuovi della città, ho conosciuto persone nuove e sto respirando l’atmosfera natalizia in un altro paese. La città si è riempita di luci e di mercatini di Natale con cibi e oggetti del luogo (anche se chiunque sa che la Gran Bretagna NON è famosa per il suo cibo.

La città nel complesso è molto bella, ci sono molte attrazioni (come i Docks sulla riva del fiume Mersey), musei dedicati ai Beatles e alla storia della città come porto storico, la biblioteca che assomiglia a quella di Harry Potter (opinione personale), negozi, teatri, parchi e attività di ogni genere.

Nel corso del primo mese ho assistito alla famosa Bonfire Night, una tipica celebrazione inglese del 5 novembre e che è famosa perché tutte le città inglesi si illuminano di fuochi d’artificio.
Questi sono stati i miei brevi ma intensi primi 30 giorni ma presto vi aggiornerò sul resto della mia avventura

———————-
Intervista a Cinzia
Volete leggere l’intervista di Cinzia? Eccola qui
———————–

Report II – marzo 2019
Sono quasi al termine della mia esperienza come EVS. Sono già passati 5 mesi dal mio arrivo a Liverpool e posso confermare che il tempo (purtroppo) è letteralmente volato.

In questi mesi ho avuto la possibilità di imparare moltissime cose nuove, ho aiutato MEH nei lavori quotidiani e nei suoi progetti con la comunità. Ho conosciuto persone e volontari da tutta Europa con cui abbiamo condiviso esperienze, opinioni, paure e consigli. Come avevo accennato, questa non è la mia prima esperienza all’estero, ma ogni volta è una sfida continua, fatta di momenti belli e brutti che mi hanno aiutata a crescere, ad accettare i miei limiti e a superare le mie paure.

In questo percorso personale MEH e’ stato una parte fondamentale. Il team mi ha supportato nelle mie iniziative, insegnandomi a rapportarmi con la comunità locale e a superare la barriera linguistica e culturale.

Durante questi mesi ho anche avuto l’opportunità di andare in Grecia, a Thessaloníki, per un meeting su un progetto di volontariato che MEH sta realizzando. E’ stata una bellissima esperienza dal punto professionale e umano; inoltre ho anche potuto visitare un nuovo paese europeo dove non ero mai stata prima. Ho inoltre partecipato e aiutato MEH in numerosi training con adulti e giovani, e ho incontrato futuri EVS pronti a partire per una nuova esperienze in Europa. Ci siamo confrontati e ho condiviso con loro le mie esperienze e “consigli”.

La difficoltà più grande in questi mesi e’ stato vivere in un clima freddo, dove il sole si può ammirare ogni 2 o 3 mesi. Pero’ adesso per fortuna sta arrivando la primavera e questo ultimo mese mi dedicherò all’esplorazione di nuovi posti a Liverpool e dintorni, come ad esempio la spiaggia e i loro parchi naturali. Questo ultimo mese sarà molto intenso e so che cercherò di godermi ogni istante.

Vi terrò aggiornati! A presto 