Quiz-UE

Se sei arrivato qui vuole dire che stai partecipando al nostro quiz sull’Unione europea.
Ricordiamo che, da lunedì 4 a sabato 9 maggio, il nostro Centro pubblicherà giornalmente una domanda sulla nostra pagina Facebook (nascita, valori, simboli e molto altro).

In questa pagina troverete giornalmente le risposte corrette con una breve spiegazione e link di riferimento.


————————————————————

#CHALLEGE 6 – 70 anni di Europa

Perché il 9 maggio si celebra la Festa dell’Europa?
– perché il 9 maggio del 1950 fu presentata la prima idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa.
– perché il 9 maggio del 1950 si firmò il primo trattato costitutivo dell’Unione europea
– perché il 9 maggio ricorre l’anniversario della pace in Europa

Risposta: Il 9 maggio del 1950 fu presentata la prima idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa

Il 9 maggio del 1950, l’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman, con la sua storica “Dichiarazione di Schuman” presentò la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee. L’ambizione di Schuman era creare un’istituzione europea che avrebbe messo in comune e gestito la produzione del carbone e dell’acciaio. Un trattato che dava vita ad una simile istituzione è stato firmato appena un anno dopo. La proposta di Schuman è considerata l’atto di nascita dell’Unione europea, ed è per questo che il 9 maggio di ogni anno si celebra la pace e l’unità in Europa.
Nel 2012 l’Unione europea è stata insignita del premio Nobel per la pace, in riconoscimento del suo impegno incessante durato oltre 60 anni a favore della pace, della democrazia e dei diritti umani in Europa e nel mondo. L’UE è la prima unione di paesi al mondo cui sia stato concesso tale onore.
Fonte: https://europa.eu/european-union/about-eu/symbols/europe-day_it

#CHALLEGE 5 – Bilancio dell’UE

Quanto costa l’UE al giorno ad ogni cittadino ?
– 0.79 Euro
– 3.12 Euro
– 2.54 Euro

Risposta: Costa 0.79 Euro al giorno
Il cittadino europeo non contribuisce direttamente al bilancio dell’UE ma lo fa attraverso le tasse che paga nel proprio paese, che andranno poi a implementare il bilancio dell’UE.

Ma come funziona esattamente?
Le fonti di finanziamento dell’UE comprendono i contributi dei paesi membri, i dazi all’importazione sui prodotti provenienti dall’esterno dell’Unione e le multe applicate alle imprese che non rispettano la normativa europea. I paesi dell’UE concordano con diversi anni di anticipo Il bilancio dell’UE è finanziato principalmente (98%) dalle risorse proprie dell’UE , cui si aggiungono (2%) altre fonti di entrate

Il bilancio è deciso congiuntamente dalla Commissione, dal Consiglio e dal Parlamento europeo . La Commissione presenta un progetto di bilancio al Consiglio e al Parlamento europeo, che lo esaminano, possono modificarlo e, in caso di disaccordo, devono cercare un compromesso.
Ogni bilancio annuale si inserisce in un piano di spesa a lungo termine della durata di sette anni, il cosiddetto quadro finanziario pluriennale, che consente all’UE di pianificare programmi di spesa concreti con diversi anni di anticipo. L’attuale quadro finanziario riguarda il periodo 2014-2020.

In definitiva, la responsabilità di ripartire il bilancio ricade sulla Commissione, ma i paesi membri gestiscono l’80% circa dei fondi dell’UE. In caso di pagamenti indebiti, la Commissione collabora con i paesi dell’UE interessati per recuperare le somme in questione. Al fine di garantire la trasparenza, l’elenco delle organizzazioni e delle imprese che ricevono fondi dell’UE è pubblico.
Procedura di bilancio
Domande e risposte sul Bilanzio dell’UE
Fonte: https://europa.eu/european-union/about-eu/eu-budget/expenditure_it

#CHALLEGE 4 – Bandiera europea

Qual è la bandiera corretta dell’UE?

Risposta: La bandiera corretta è la numero: 2
Se avete guardato bene c’è una differenza sostanziala tra le foto che vi abbiamo fatto vedere, la posizione delle stelle.

Bandiera numero 2: Corretta
Tutte le stelle sono disposte verticalmente, cioè con una punta rivolta verso l’alto e due punte appoggiate direttamente su una linea retta immaginaria perpendicolare all’asta. Le stelle sono disposte come le ore sul quadrante di un orologio e il loro numero è invariabile.

Bandiera numero 1: Errata
Errata disposizione delle stelle nel cerchio: le stelle devono essere disposte come lo sono le ore nel quadrante dell’orologio.

Bandiera numero 3: Errata
Errata disposizione delle stelle in quanto non sono tutte disposte verticalmente

La bandiera europea simboleggia sia l’Unione europea, che l’unità e l’identità dell’Europa in generale.
La bandiera europea è costituita da un cerchio di 12 stelle dorate su uno sfondo blu. Le stelle rappresentano gli ideali di unità, solidarietà e armonia tra i popoli d’Europa. Anche il cerchio è simbolo di unità, ma il numero delle stelle non dipende dal numero dei paesi membri. Le stelle sono dodici in quanto il numero dodici è tradizionalmente simbolo di perfezione, completezza e unità. La bandiera rimarrà pertanto invariata a prescindere dai futuri ampliamenti dell’Unione europea.
Fonte: https://europa.eu/european-union/about-eu/symbols/flag_it

#CHALLEGE 3 – La vostra voce in Europa

In quanti modi posso far sentire la mia voce in Europa?
– Da 1 a 2
– da 2 a 5
– più di 5

Risposta: Più di 5
Ogni cittadino ha almeno 5 modi per fare sentire la propria voce in Europa
1 – votare alle elezioni politiche del vostro paese: in linea generale, il partito che vince le elezioni forma il governo del vostro paese. I ministri di tale governo rappresentano il vostro paese in seno al Consiglio dell’Unione europea, che svolge un ruolo importante nel processo legislativo dell’Unione.
2 – votare alle elezioni europee: il Parlamento europeo svolge un ruolo altrettanto importante nel processo legislativo dell’UE, e il vostro voto contribuisce a determinare la posizione del Parlamento europeo riguardo alle proposte legislative. Di norma il maggiore gruppo politico in seno al Parlamento europeo decide chi sarà il presidente della Commissione europea, quindi il vostro voto influisce anche in questo ambito.
3 – partecipare alle consultazioni pubbliche che la Commissione europea lancia periodicamente sulle nuove proposte legislative che ha in programma, permettendo ed ogni cittadino e parte interessata di esprimere la propria opinione. Nel 2019 le consultazioni proposte sono state 87. https://ec.europa.eu/info/consultations_it
4 – partecipare ai dialoghi con i cittadini, dibattiti pubblici con i commissari europei ed altri responsabili decisionali dell’UE, durante i quali i cittadini possono porre domande, esprimere pareri e condividere le proprie idee sul futuro dell’Europa. Nel 2019 sono stati organizzati in tutta Europa circa 20 dialoghi. https://ec.europa.eu/info/about-european-commission/get-involved/citizens-dialogues_it
5 – lanciare o sostenere un’iniziativa dei cittadini europei ovvero un’azione che invitare la Commissione europea a presentare una proposta legislativa inerente a uno specifico tema di competenza dell’UE, ad esempio l’ambiente, l’agricoltura o i trasporti. Per avviare un’iniziativa dei cittadini europei occorre raggiungere un milione di firme (ovvero appena lo 0,2 % della popolazione dell’UE) in almeno sette paesi dell’UE. https://europa.eu/citizens-initiative/home_it
6 – utilizzare i mezzi di comunicazione delle istituzioni europee come Facebook, Twitter o Instagram sia a livello nazionale che europeo (come per esempio le pagine Facebook di Commissione europea , Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Parlamento europeo, Parlamento europeo in Italia  ecc ecc)

Fonte: http://ec.europa.eu  
Pubblicazione I Vantaggi di essere cittadini europei

#Challenge 2 – Il motto dell’Unione europea

Qual è il motto dell’Unione europea?
– Insieme solidali
– Pace, unità, solidarietà
– Unita nella diversità

Risposta: Il motto dell’Unione europea è “Unita nella diversità”

Il motto dell’Unione europea è  “Unita nella diversità”, usato per la prima volta nel 2000.
Tale motto sta ad indicare come, attraverso l’UE, gli europei siano riusciti ad operare insieme a favore della pace e della prosperità, mantenendo al tempo stesso la ricchezza delle diverse culture, tradizioni e lingue del continente.
Un valore fondamentale comune a tutti gli Stati membri è la democrazia. Ciò significa che soltanto i paesi democratici possono far parte dell’UE. Gli altri valori comuni a tutti gli Stati membri dell’UE sono la dignità umana, la libertà, l’uguaglianza, lo Stato di diritto e il rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze.

Fonte: https://europa.eu/european-union/about-eu/symbols/motto_it
https://europa.eu/european-union/about-eu/eu-in-brief_it
Pubblicazione LA MIA EUROPA

————————————————————

#Challenge 1 – Lingue ufficiali dell’UE

Quante sono le lingue ufficiali dell’Unione europea?
– 3
– 24
– 27

Risposta: L’Unione europea ha 24 lingue ufficiali.

Molti pensano che siano tre:  l’inglese, il tedesco ed il francese ma queste sono le lingue di lavoro delle istituzioni europee, non le lingue ufficiali che, come detto, sono 24.
Perché così tante? L’UE è un’organizzazione formata da diversi stati membri e per funzionare deve poter comunicare facilmente con i governi degli Stati membri, i cittadini, le imprese e con gli enti pubblici nelle rispettive lingue. I cittadini hanno il diritto di sapere che cosa viene fatto in loro nome e devono essere in grado di partecipare attivamente agli affari dell’UE senza dover imparare prima una lingua straniera.  Ed è proprio per tale motivo che tutti i cittadini possono scrivere alle istituzioni dell’UE in una qualsiasi delle 24 lingue ufficiali e ricevere una risposta nella stessa lingua.
Ma perché se l’UE è composta da 27 stati, ci sono solo 24 lingue ufficiali? Perché il greco vale per due (Grecia e Cipro) come il tedesco (Germania e Austria). Il Belgio e il Lussemburgo non sono ugualmente da contare perché francese e neerlandese sono parlati in Francia e in Olanda. Anche dopo il recesso del Regno Unito dall’UE, l’inglese rimane una lingua ufficiale dell’Irlanda e di Malta.
Lo sapevate che per celebrare l’importanza del multilinguismo e l’apprendimento linguistico dal 2001 in tutta Europa si celebra la Giornata Europea delle Lingue (/) ? Esattamente il 26 settembre.
Se volete ricevere maggiori informazioni in merito alla Giornata Europea delle Lingue ricordiamo che il nostro ufficio è il referente nazionale di tale giornata. http://europedirect.comune.trieste.it/servizi-ed-attivita/giornata-europea-delle-lingue/

Fonte: https://europa.eu/european-union/about-eu/eu-languages_it
Pubblicazione LA MIA EU