Premio CESE della Società Civile dedicato alla lotta al COVID-19

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE), l’organo dell’UE attraverso il quale si esprimono le ONG, i sindacati e le organizzazioni dei datori di lavoro a livello dell’Unione, sta organizzando il Premio per la solidarietà civile, un riconoscimento speciale dedicato al tema “La società civile contro la Covid-19”, che quest’anno sostituirà l’emblematico Premio per la società civile che il Comitato assegna ogni anno.

Il Premio per la solidarietà civile renderà omaggio alle iniziative creative ed efficaci realizzate da cittadini, organizzazioni della società civile e società private che si sono distinti per il loro contributo eccezionale per far fronte all’emergenza Covid-19 e alle sue molteplici e gravi conseguenze, rafforzando così la solidarietà europea e contribuendo a creare un’identità europea fondata su valori comuni dell’UE.

Con questo premio il CESE intende accrescere la visibilità di tali iniziative, richiamando l’attenzione sul loro impatto e rendendo omaggio a tutte quelle persone che hanno lottato contro il coronavirus, dando prova di coraggio, impegno, solidarietà e incredibile senso di responsabilità.

Per potersi candidare, i partecipanti devono essere residenti o stabiliti in uno Stato membro dell’Unione europea. I residenti, le società e le organizzazioni della società civile stabiliti nel Regno Unito sono anch’essi ammissibili a presentare la propria candidatura.

Il CESE assegnerà fino a 29 premi, per un importo di 10 000 euro ciascuno, a iniziative realizzate sul territorio dell’UE o del Regno Unito. Sono previsti ventisette premi per progetti attuati negli Stati membri, uno per un’iniziativa realizzata nel Regno Unito e uno per un progetto con un orientamento transfrontaliero o europeo.

Le iniziative devono essere direttamente collegate alla Covid-19 e specificamente finalizzate a combattere il virus o ad affrontarne le conseguenze. Per essere ammissibili, le iniziative devono essere già state realizzate o essere in corso. Sono ammissibili anche i progetti che sono stati avviati prima dell’insorgenza della pandemia e che sono stati adattati per rispondere tempestivamente alle nuove sfide.

Il termine per la presentazione delle candidature scade il 30 settembre 2019 alle ore 12:00. La cerimonia di consegna dei premi si svolgerà nel gennaio 2021 durante la sessione plenaria del CESE.

Maggiori informazioni sul premio sono disponibili su un’apposita pagina del sito Internet del CESE: www.eesc.europa.eu/civilsolidarityprize

Per maggiori informazioni si prega di contattare:
Unità Stampa del CESE – Laura Lui
laurairena.lui@eesc.europa.eu

Ultimo aggiornamento: