Nuova Unione Doganale Ue, più tecnologia e sicura

Il 1° maggio è entrata in vigore la nuova Unione doganale dell’Ue, più tecnologia e sicura.
La nuova Unione Doganale Europea (CDU) mira ad agevolare gli doganeSITOscambi commerciale in Europa e proteggere maggiormente i consumatori da merci illegali e contraffatte.
La normativa doganale dell’Ue risale al lontano 1992. Da quell’anno molte cose sono cambiate in Europa e nel mondo, specialmente per quanto riguarda lo scambio di merci, ed è per tale motivo che l’entrata in vigore di questa nuova Unione doganale è una passo importante verso una maggiore sicurezza.
Per restare al passo con i tempi, nel 2013 è stato adottato un nuovo codice doganale dell’UE, che semplifica le norme e le procedure per le dogane e rende più efficiente il commercio. Tale nuovo codice è entrato in vigore il 1 maggio 2016 e mira a semplificare e razionalizzare notevolmente le procedure doganali dell’UE.

Il nuovo codice doganale dell’Unione mira a:
–  consentire agli operatori del settore di sbrigare le pratiche doganali in maniera più semplice e rapida e di recapitare le merci ai consumatori riducendo tempi e costi;
–  proteggere maggiormente i consumatori dall’importazione illegale di prodotti o merci che non rispettano la normativa europea in materia di ambiente, salute e sicurezza;
–  migliorare la cooperazione tra amministrazioni doganali con l’ausilio di nuovi sistemi informatici.

Le 28 amministrazioni doganali dell’Unione europea devono agire all’unisono, al fine di agevolare gli scambi commerciali e tutelare la sicurezza e la salute di tutti i cittadini dell’UE. Le regole riviste inquadrano un giro d’affari del valore di 3.5 mila miliardi di euro l’anno, circa il 15% del commercio globale di merci.

Oltre ad avere una funzione di controllo bisogna ricordare che le dogane hanno anche una funzione di protezione. Infatti svolgono un ruolo importante nella lotta contro il terrorismo contro il traffico illecito di armi da fuoco e contro il commercio illegale di beni culturali e opere d’arte. Le dogane proteggono i consumatori da merci pericolose per la loro sicurezza e la loro salute. Nel 2014, ad esempio, sono stati sequestrati 454,2 tonnellate di droga, 35 milioni di prodotti contraffatti e 3,2 miliardi di sigarette. Adeguati controlli richiedono processi rapidi e informazioni aggiornate e di elevata qualità, oltre a un coordinamento efficace tra le amministrazioni doganali degli Stati membri.

 

Cos’è l’unione doganale?
L’unione doganale è un’area commerciale unica, nella quale tutte le merci circolano liberamente, sia che siano state fabbricate nell’Unione europea o che siano importate da paesi terzi.
L’Unione doganale è una realtà unica al mondo. Questa pietra miliare dell’UE è essenziale per un corretto funzionamento del mercato unico. Una volta sdoganate in uno Stato membro, le merci possono circolare liberamente all’interno dell’Unione, in virtù del fatto che tutti gli Stati membri applicano alle frontiere esterne le stesse norme in materia di protezione e di entrate doganali.

Maggiori informazioni
http://europa.eu/rapid/press-release_IP-16-1629_it.htm

doganeSe interessati potete anche scaricare gratuitamente l’opuscolo redatto dalla Commissione europea del titolo “Dogane: l’unione doganale dell’UE: proteggere i cittadini e promuovere il commercio

 

 

 

Fonte: Commissione europea