I Paesi Bassi al Consiglio dei Ministri

Dal 1° gennaio al 30 giugno 2016 i Paesi Bassi sono alla guida dell’Unione europea

presidenza Paesi bassiSi è conclusa il 31 dicembre 2015 la presidenza del Lussemburgo. Dal 1° gennaio 2016 la palla è passata ai Paesi Bassi che saranno alla guida dell’Ue fino al 30 giugno 2016.

La presidenza del Consiglio è assunta a turno dagli Stati membri dell’UE ogni sei mesi. Durante ciascun semestre, essa presiede le riunioni a tutti i livelli nell’ambito del Consiglio, contribuendo a garantire la continuità dei lavori dell’UE in seno al Consiglio.
Gli Stati membri che esercitano la presidenza collaborano strettamente a gruppi di tre, chiamati “trio”. Questo sistema è stato introdotto dal trattato di Lisbona nel 2009. Il trio fissa obiettivi a lungo termine e prepara un programma comune che stabilisce i temi e le questioni principali che saranno trattati dal Consiglio in un periodo di 18 mesi. Sulla base di tale programma, ciascuno dei tre paesi prepara un proprio programma semestrale più dettagliato.
Il trio di presidenza attuale è formata dalle presidenze olandese (gennaio-giugno 2016), slovacca (luglio – dicembre 2016) e maltese (gennaio – giugno 2017).
Il Consiglio, negozia e adotta la nuova legislazione dell’UE e coordina le politiche. Nella maggior parte dei casi il Consiglio decide insieme al Parlamento europeo attraverso la procedura legislativa ordinaria, nota anche come “co-decisone”.
Il Consiglio è composto dai Ministri degli Stati membri per cui rappresenta i governi degli Stati e si riunisce in formazioni diverse in base alle competenze delle tematiche trattate.
Maggiori informazioni

Il programma  di lavoro della presidenza olandese
Il programma di lavoro della presidenza olandese è incentrato su quattro settori chiave:
– migrazione e sicurezza internazionale,
– finanze pubbliche sane e una solida zona euro,
– l’Europa come entità innovatrice e creatrice di posti di lavoro,
– una politica lungimirante in materia di clima ed energia.

La presidenza punterà ad un’UE focalizzata su quello che conta per i cittadini e le imprese in Europa, ad un’UE creatrice di crescita e occupazione attraverso l’innovazione e in contatto con la società civile. La presidenza promuoverà iniziative a livello dell’Unione solo se le riterrà più efficaci rispetto a politiche a livello nazionale.

Sito ufficiale : www.eu2016.nl/