La Slovacchia alla presidenza del Consiglio

Dal 1° luglio al 31 dicembre 2016 la Slovacchia è alla guida dell’Unione europea

presidenza slovacca

Il 1° luglio 2016 i Paesi Bassi hanno lasciato la Presidenza del  Consilium alla Slovacchia  per i prossimi sei mesi seguendo la programmazione valida fino al 2020 che riportiamo qui sotto.

Paesi Bassi: gennaio – giugno 2016
Slovacchia: luglio – dicembre 2016
Malta: gennaio – giugno 2017
Regno Unito: luglio – dicembre 2017
Estonia: gennaio – giugno 2018
Bulgaria: luglio – dicembre 2018
Austria: gennaio – giugno 2019
Romania: luglio – dicembre 2019
Finlandia: gennaio – giugno 2020

Gli Stati membri che esercitano la presidenza collaborano strettamente a gruppi di tre, chiamati “trio”. Questo sistema è stato introdotto dal trattato di Lisbona nel 2009. Il trio fissa obiettivi a lungo termine e prepara un programma comune che stabilisce i temi e le questioni principali che saranno trattati dal Consiglio in un periodo di 18 mesi. Sulla base di tale programma, ciascuno dei tre paesi prepara un proprio programma semestrale più dettagliato.

Alle sessioni del Consiglio partecipano i rappresentanti di ciascuno stato membro ovvero ministri o sottosegretari di Stato . Essi partecipano come rappresentanti di governo in base alle  tematiche dei ministeri e sono abilitati ad impegnare il governo del proprio paese e ad esprimerne il voto. Anche i commissari europei responsabili dei settori interessati sono invitati alle sessioni del Consiglio. In alcuni casi partecipa anche la Banca Centrale Europea.

Il Consiglio si riunisce in base alle 10 tematiche e formazioni:
Affari esteri
– Affari generali
– Agricoltura e pesca
– Ambiente
– Competitività
– Economia e finanza
– Giustizia e affari interni
– Istruzione, gioventù, cultura e sport
– Occupazione, politica sociale, salute e consumatori
– Trasporti, telecomunicazioni e energia

Le diverse sessioni sono presiedute dal ministro dello Stato membro che esercita la presidenza semestrale del Consiglio. Fa eccezione il Consiglio “Affari esteri”, abitualmente presieduto dall’alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

Il programma di lavoro per il periodo gennaio 2016-giugno 2017 è racchiuso nell’agenda strategica neerlandese, slovacca e maltese che mira alla crescita inclusiva, intelligente e sostenibile, sull’occupazione e sulla competitività

Per essere aggiornati sul calendario delle riunioni del Consilium cliccare qui

Il programma di lavoro della presidenza slovacca
Nei prossimi sei mesi la presidenza  slovacca si concentrerà su quattro settori chiave:

  • un’Europa economicamente forte
  • un mercato unico moderno
  • politiche migratorie e di asilo sostenibili
  • un’Europa impegnata a livello globale

Il programma dettagliato e in inglese  si trova sul sito http://www.consilium.europa.eu/it/home/

Vi segnaliamo inoltre il sito ufficiale  della Presidenza slovacca : http://www.eu2016.sk/en

N.B. : Il Consilium , chiamato anche Consiglio dell’UE non va confuso con il Consiglio Europeo formato dai capi di Stato o di governo degli stati membri, né con il Consiglio d’Europa che è un’organizzazione internazionale fondata nel 1949 ma non è un organo dell’Unione europea.

Fonte: http://www.consilium.europa.eu/it/home/