Dì la tua sulle misure per mettere fine alle tariffe di roaming nell’UE

La Commissione ha avviato a fine novembre una consultazione pubblica sulle misure tecniche relative alla fine delle tariffe roaming nell’UE.
L’Unione europea ha recentemente deciso che, a partire da metà giugno 2017, gli europei pagheranno lo stesso prezzo che pagano a casa per utilizzare i loro dispositivi mobili negli altri paesi dell’UE.
Per mettere in atto questo grande cambiamento la Commissione deve adottare misure tecniche, come ad esempio una revisione dei mercati all’ingrosso ( i prezzi che gli operatori si addebitano reciprocamente per l’utilizzo delle loro reti), e la definizione di una salvaguardia di uso corretto. Lo scopo di questa salvaguardia è evitare le pratiche abusive ( come ad esempio il roaming  permanente), che potrebbero avere un impatto negativo sui prezzi interni e, in ultima analisi, sui consumatori.

La Commissione consulterà il pubblico su queste misure, previste nel regolamento UE che fissa la fine delle tariffe di roaming per il giugno 2017, fino al 18 febbraio 2016. Le nuove norme che sanciscono la fine delle tariffe di roaming e la neutralità della rete, pubblicate oggi nella Gazzetta ufficiale dell’UE, saranno completate da una revisione ambiziosa della normativa UE sulle telecomunicazioni nel 2016. Creare le giuste condizioni per far prosperare le  reti e i servizi digitali è uno degli obiettivi fondamentali  del piano della Commissione per il mercato unico digitale.

Fonte: Rappresentanza della Commissione europea