I campi di lavoro (o campi di volontariato) sono dei progetti di volontariato di durata variabile, normalmente rivolti ai giovani, alle volte senza limiti di età verso l’alto, incentrati sulla solidarietà, la comunicazione e l’integrazione tra i volontari e la comunità ospitante.
Il campo di lavoro è chiamato così in quanto il periodo di permanenza non dura più di 3 settimane, la maggior parte dei casi sono progetti di 10 giorni.
Durante questi progetti i volontari sono chiamati a mettere a disposizione le proprie capacità o solo la propria manodopera. Le attività sono numerose: possono essere la ristrutturazione di edifici (scuole, ospedali, case), campi di scavi archeologici, ambientali, sociali ecc.

Chi può partecipare
I campi di lavoro o di volontariato sono rivolti principalmente a giovani dai 18 ai 30 anni, ma spesse volte sono aperti anche ai minorenni e agli “over” senza limiti di età verso l’alto.
Per partecipare a questi campi è richiesta una conoscenza base della lingua inglese.

Come partecipare
Per partecipare ad un campo lavoro, bisogna trovare un’associazione che organizza, pagare la quota di iscrizione che varia a seconda del campo ed in cambio si avrà garantito il vitto e l’alloggio. Le spese di viaggio sono quasi sempre a carico del volontario.

Luoghi di svolgimento
I luoghi in cui vengono organizzati i campi di lavoro spaziano dai paesi con economie avanzate a quelli più poveri e sono in genere rivolti a chiunque, senza distinzione alcuna. Nel mondo esistono centinaia di organizzazioni di volontariato collegate fra di loro che organizzano o promuovono annualmente migliaia di campi di lavoro.
Numerose sono le associazioni che offrono opportunità di campi di lavoro e volontariato sia per giovani che per “senior”.
Nel sito www.portaledeigiovani.it al link “volontariato” troverete tutte le informazioni e link diretti
alle maggiori associazioni.

Fonte: Eurodesk Italy